Aumentano le richieste di Mutuo Casa

A home tax deduction concept illustrating rental income

Il Covid non ha spento la voglia di mattone delle famiglie italiane. Si conferma forte il mercato immobiliare residenziale nei primi tre mesi del 2020, ben sostenuto dalle richieste di mutui casa che, secondo quanto registrato dalla Banca d’Italia e rielaborato da Tecnocasa, hanno registrato un +10,1% su base annua.

Record di surroghe

1.13 miliardi di euro in più rispetto al medesimo periodo del 2019, questa è la cifra che è stata erogata dagli istituti di credito alle famiglie del nostro Paese per l’acquisto di una casa. Buone notizie dunque, che smentiscono i più scettici che si aspettavano già le prime conseguenze dell’emergenza sanitaria sulle performance di inizio anno.

Una crescita a doppia cifra che deve molto al record di richieste di surroga arrivato nel trimestre preso in esame, quando moltissimi mutuatari hanno deciso di approfittare dei bassissimi tassi presenti sul mercato e rinegoziare il prodotto in attivo. Se si analizza infatti il dato nel dettaglio si evidenzia come il 97,4% corrisponda a operazioni di sostituzione mutuo.

Le prospettive future

Difficile oggi riuscire a stimare l’impatto che i mesi di lockdown avranno sul mercato immobiliare. La fotografia restituita da questi dati è abbastanza incoraggiante, con un settore che ne esce solido e ben strutturato, nonostante 20 giorni di chiusura totale già nel corso del primo trimestre. Il 2019 inoltre, si era concluso in gran recupero, con cifre importanti sui 49 miliardi.

Un giro di boa fondamentale sarà quello dei dati del primo semestre, quando si riuscirà a inquadrare la situazione con una dimensione più esatta.

di Francesca Lauritano

Articolo tratto da: https://www.immobiliare.it/news/il-covid-non-ha-fermato-la-voglia-di-mattone-degli-italiani-45853/