Come funziona il Bonus Verde 2020

Novità per il bonus verde. Con il decreto Milleproroghe in dirittura d’arrivo, dopo il via libera alla Camera, si conferma la proroga al 2020. E’ dunque possibile usufruire dell’agevolazione fiscale fino a fine anno.

Si ricorda che il testo del decreto Milleproroghe 2020 è ora all’esame blindato del Senato e il via libera è atteso per la fine del mese.

Bonus verde 2020, le indicazioni dell’Agenzia delle Entrate

Come indicato dall’Agenzia delle Entrate, il bonus verde è una detrazione Irpef del 36% sulle spese sostenute nel 2020 per la sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi e per la realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

Bonus verde 2020, come funziona

Ma come funziona la ripartizione della detrazione? La detrazione Irpef del 36% deve essere ripartita in dieci quote annuali di pari importo e deve essere calcolata su un importo massimo di 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo, comprensivo delle eventuali spese di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi. La detrazione massima è di 1.800 euro per immobile (36% di 5.000).

E’ possibile godere del bonus verde anche per le spese sostenute per interventi eseguiti sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali, fino a un importo massimo complessivo di 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo. In questo caso, come specificato dall’Agenzia delle Entrate, la detrazione è diritto del singolo condomino nel limite della quota a lui imputabile, a condizione che la stessa sia stata effettivamente versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi.

Attenzione poi al pagamento delle spese, esso infatti deve essere effettuato con strumenti che consentono la tracciabilità delle operazioni, quindi ad esempio bonifico bancario o postale.

Bonus verde 2020, i requisiti

I beneficiari della detrazione sono coloro che possiedono o detengono, sulla base di un titolo idoneo, l’immobile oggetto degli interventi e che ha sostenuto le relative spese.

Articolo tratto da: https://www.idealista.it/news/finanza/casa/2020/02/21/138556-novita-bonus-verde-come-funzionera-nel-2020