Tassi dei mutui ai minimi storici

Изменение процента по ипотеке. Концепция.

Ottime notizie per tutti coloro che stanno pensando di comprare casa: le banche propongono infatti condizioni di mutuo assolutamente vantaggiose. Come rilevato dal bollettino mensile dell’Abi, l’Associazione bancaria italiana, a maggio il tasso medio è stato pari all’1,33%: un vero e proprio record storico che permette di pagare le rate più basse di sempre. Ma esaminiamo i numeri nel dettaglio.

2007-2020: come sono cambiati i tassi

Per comprendere l’eccezionalità della situazione attuale è utile confrontarla con quella del 2007, subito prima che scoppiasse la crisi economica che dall’America si diffuse in tutto il mondo. All’epoca i tassi di interesse sui mutui erano al 5,72% mentre a maggio 2020, come abbiamo visto, hanno toccato l’1,33%. A fine 2007, inoltre, il tasso medio sul totale dei prestiti era al 6,18% e invece ora si ferma al 2,40%, lo spread tra tasso medio sui prestiti e quello sulla raccolta a famiglie e società non finanziarie risultava di 335 punti base mentre a maggio 2020 di appena 185 punti base.

Aumentano prestiti e depositi

L’Abi rileva anche una crescita dell’1,5% rispetto a maggio 2019 dei prestiti a famiglie e imprese, che ammontano a oltre 1.280 miliari di euro. Il totale dei prestiti a residenti in Italia a maggio si colloca a 1.691 miliardi di euro, ovvero il +1,2% nel confronto annuale. Rispetto alla fine del 2007, c’è stato un aumento in valore assoluto di circa 18 miliardi di euro. Quanto ai depositi, sono aumentati del 7,6% rispetto a un anno fa, mentre la raccolta tramite obbligazioni è scesa del 4,2%. La raccolta complessiva (quindi depositi e obbligazioni) è aumentata del 6%.

Articolo tratto da: https://www.immobiliare.it/news/mutui-a-maggio-2020-tassi-ai-minimi-storici-45537/